SCOPRI ALCUNE SELEZIONI DELLE NOSTRE

ETICHETTE GIN

Il Gin è una bevanda raffinata e dalle molteplici sfaccettature, si presta piacevolmente ad una gamma di Botaniche e di accostamenti
differenti e mai scontati. Negli ultimi 2 anni il Gin ha avuto un importante incremento nella sua popolarità, diventando così il distillato alcolico più bevuto e prodotto a livello mondiale.

Selezione etichette Gin

CITADELLE

La distillazione di questo gin francese avviene solo da Marzo a Novembre. Non è però solo questa la particolarità del CITADELLE GIN, che vanta:
19 botaniche
79 ore di infusione
1 giorno di lavorazione con il sistema a fiamma aperta
Ruolo fondamentale del ginepro , che in un primo tempo invade l’olfatto e il palato, lasciando dietro di sé scie di arancia dolce, cardamomo e noce moscata.
Metodo: distilled Gin
Gradazione: 44%
Botaniche: finocchio, genepi, giaggiolo, grani del paradiso, limone, mandorla, noce moscata, pepe di giava, cumino, coriandolo, angelica, anice stellata, aromi francesi, bacche di ginepro, buccia d’arancia, cannella, cardamomo, cassia, violetta.

BULLDOG

Un collare borchiato in rilievo sul collo della bottiglia dà il nome a questo London Dry Gin .
L’ideatore, Anshuman Vohra, è un banchiere che, insieme al master distiller di Langley, distilleria londinese da oltre 250 anni, ha creato la propria ricetta originale, ottenendo molto successo. Il suo gin è moderno, ideale per i cocktail.
Botaniche: Angelica tedesca, bacche di ginepro italiano, cassia, coriandolo del Marocco, foglie di loto, giaggiolo italiano, lavanda francese, limone spagnolo, liquirizia cinese, longan, mandorle spagnole, semi di papavero turchi.
Provenienza: Regno Unito – Metodo London Dry
Gradazione: 40 %

MAGELLAN

L’azzurro quasi fiabesco del Magellan difficilmente attirerà a primo impatto un intenditore, che del Gin ammira innanzitutto la sua eleganza, la purezza e il colore rigorosamente sobrio a dispetto degli amanti della Vodka.
In realtà il color acquamarina è dato dall’infusione dell’Iris, che rilascia il suo caratteristico colore anche dopo qualche secondo di infusione. Insieme ad altre 11 botaniche tra le quali i chiodi di garonfano, l’Iris dona al Magellan Gin un sapore morbido, floreale e speziato . Si accompagna perfettamente al vermouth.
Provenienza: Francia
Gradazione: 44%

MONKEY 47

La genesi di questo gin è degna di nota e parla di Montgomery Collins, detto Monty. Indiano di nascita, amante del cricket e degli orologi è un comandate della Royal Air Force che lavora a Berlino, nella amministrazione inglese. Siamo nel dopoguerra e Monty di prodiga per la capitale tedesca, anche occupandosi nel tempo libero dello zoo, dove si affeziona a una SCIMMIA di nome Max. Troppo estroverso per rimenere nella Air Force, decise di imparare l’arte dell’orologeria e si trasferì nella FORESTA NERA. Qui non imparo l’arte di forgiare orologi, ma la distilleria dai tedeschi . Lungo preambolo solo per farvi capire l’unicità del Monkey 47 , uno speciale connubio di esoticità indiana, spezie dalla Black Forrest e l’esperienza del metodo di produzione inglese.
La bottiglia di Gin, sulla quale vi era raffigurata la scimmia Max, con la sua ricetta personale venne trovata post mortem in una cassetta di legno, durante la ristrutturazione dell’edificio in cui Monty aveva trascorso gli ultimi anni di vita. La ricetta odierna è esattamente fedele a quella trovata.
Botaniche : Angelica, bacche di biancospino, calamo aromatico, camomilla, cannella, caprifoglio, cardamomo, cassia, cedro, chiodi di garofano, cinorrodo, citronella, coriandolo, fiori di acacia, gelsomino, giaggiolo, grani del paradiso, ibisco, lavanda, lime Kaffir, Mandorla, melissa, mirtillo, mirtillo rosso, mirtillo rosso americano, monarda, noce moscata, pepe di Giava, pimento, pomelo,
prugnolo selvatico, rosa canina, salvia, sambuco, scorza di arancia, scorza di limone, zenzero.
Gradazione: 47 %
Metodo: dry gin
Provenienza: Germania

PINK 47

La leggendaria pantera rosa Khavaraya ha ispirato la bottiglia a forma di diamante e il nome Pink, che conferiscono un’aura tutta femminile a questo gin. Il 47 indica il numero di gradi ( elevato ) che, insieme a una distillazione ripetuta per ben 4 volte, sono il marchio di fabbrica dei maestri distillatori dell’Old St.Andrews.
Le numerose botaniche conferiscono un sentore di erbe e agrumi, che però non coprono il ginepro in un London Dry Gin dal sapore intenso.
Gradazione: 47 %
Provenienza: Regno Unito
Botaniche: Buccia di limone spagnola, cannella, coriandolo del Marocco, ginepro toscano, mandorle spagnole, noce moscata, radice di angelica, radice di iris italiana, scorza d’arancia.
Metodo: London Dry.

PLYMOUTH

Sud-ovest dell’ Inghilterra, contea del Devon, Plymouth. Un monastero domenicano, trasformato in prigione e, solo in ultimo in distilleria, è il luogo dove viene prodotto l’unico gin del Regno Unito ad avre la certificazione IGP. Alambicchi con un collo più corto rispetto ai soliti vengono impiegati dai maestri Distillatori della Black Friars per produrre il celebre Plymouth Gin, che dà il nome anche all’omonimo metodo di produzione.
Sapore corposo privo di note amare, retrogusto fruttato.
Botaniche: buccia di limone, buccia di arancia, cardamomo, coriandolo, ginepro in polvere, radice di giaggiolo.
Gradazione: 41.2%
Metodo: Plymouth

PORTOBELLO ROAD

Classico London Dry, inventato dal Barman del Portobello Star, rinomato locale dell’omonima via e che ospita al suo interno il Gin Istitute. Distillato con nove botaniche, predominti sono il pepe bianco e il ginepro. Gin secco con tenui sentori di agrumi.
Gradazione: 42 %
Metodo: London Dry
Provenienza: Regno unito
Botaniche: bacche di ginepro , buccia di limone, buccia d’arancia, corteccia di cassia, noce moscata, radice di angelica, radice di giaggiolo, radice di liquirizia, semi di coriandolo.

THE BOTANIST

Le numerose botaniche di questo gin, da cui il nome trae ispirazione, vengono raccolte a mano nella zona di Isley, Scozia, dove viene prodotto. Come si può evincere dal sottostante elenco, la menta è favorita e all’olfatto la possiamo percepire distintamente. Più soffice è invece l’impatto con il palato : fresco in entrata, ma più caloroso a fine sorso.
Metodo: Dry Gin
Provenienza: Regno Unito
Botaniche: Artemisia, Biancospino, Brugo, Caglio Zolfino, Camedrio Scorodonia, Camomilla, Cardo Campestre, corteccia di Cassia, finocchiella, foglie di betulla, giaggiolo, ginepro, ginestra, melissa, menta, menta d’acqua selvatica, mentastro verde, morella, semi di coriandolo, spirea Olmaria, tanaceto, timo selvatico, trifoglio bianco, trifoglio rosso, fiori di sambuco.

Torna su